La Svizzeria dice no ai bond portoghesi

La Svizzeria dice no ai bond portoghesi

La Svizzeria dice no ai bond portoghesi

ROMA - La Banca centrale della Svizzera avrebbe deciso di non accettare più i titoli di Stato portoghesi come garanzia nelle operazioni di liquidità. E' quanto riporta la stampa economica lusitana. Nel frattempo crescono i timori di una recrudescenza della "crisi del debito" che sta interessando da mesi Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna. Il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, ha lanciato un monito chiaro durante un incontro con i vertici della Csu in Baviera.

 

"Dopo uno degli anni più difficili per la nostra, ancora giovane, moneta comune è ora di voltare pagina - ha evidenziato Trichet -. È ora che ciascuno degli stati membri si prenda le proprie responsabilità. Ed è ora di rafforzare il codice di condotta per i governi nazionali, in particolare il Patto di Stabilità e di Crescita".

 

Nel frattempo, secondo la seconda stima di Eurostat, è stato diffuso il dato del Pil dei sedici Paesi della zona dell'euro e quello dell'Unione europea, che è aumentato dello 0,3% nel terzo trimestre dell'anno, mentre nello stesso periodo quello della Ue-27 è cresciuto dello 0,5%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -