Lunedì nero per Piazza Affari, bruciati in una giornata 91 miliardi di euro

Lunedì nero per Piazza Affari, bruciati in una giornata 91 miliardi di euro

Lunedì nero per Piazza Affari, bruciati in una giornata 91 miliardi di euro

ROMA - Lunedì nero per le borse europee. Piazza Affari ha chiuso sui minimi di seduta, con l'indice Ftse Mib in calo del 3,06% a 17.885 punti, mentre il Ftse All Share ha perso il 2,87%. A Parigi il Cac 40 ha lasciato sul terreno il 2,04% a 3.650 punti, mentre a Londra l'indice principale ha registrato una flessione dell'1,55% a 5.752 punti. Negativi anche i listini di Amsterdam (-1,92%) e Francoforte (-1,55%). Ribassi sostenuti per Madrid (-1,15%) e Lisbona (-2,55%).

 

Piazza Affari è stata trascinata al ribasso soprattutto da bancari e assicurativi. Pesante la seduta di Monte dei Paschi (-7,16%), mentre Unicredit ha perso il 6,36%, Intesa il 6,63%, Ubi Banca -5,04% Mediobanca -3,1%, Popolare Milano -4,78%. Giornata nera anche per i titoli assicurativi con Fonsai che ha perso quasi 8 punti percentuali (-7,93%), Unipol -4,37%, Generali -3,75.

 

Seduta in deciso ribasso anche per Parmalat (-7,15%), Telecom (-2,38%), Fiat -4,37%. Fra gli energetici Enel ha terminato le contrattazioni in flessione dell'1,84% ed Eni -1,75%. Da inizio anno il Ftse All Share è arretrato dell'11% e il Ftse Mib dell'11,3%. Milano ha fatto nettamente peggio delle altre principali piazze europee, visto che Parigi e' arretrata del 4%, Londra del 2,3% e la stessa Madrid del 5,19%. Francoforte è addirittura salita del 2,8%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -