Manovra, Bankitalia avverte: "Crescita del Pil sarà ancora più debole"

Manovra, Bankitalia avverte: "Crescita del Pil sarà ancora più debole"

Manovra, Bankitalia avverte: "Crescita del Pil sarà ancora più debole"

Monito della Banca d'Italia sulla manovra finanziaria varata dal governo. Ascoltato in Commissione al senato, il vice direttore dell'istituto nazionale, Ignazio Visco, ha spiegato che ci sarebbe bisogno di "ridurre il peso degli aumenti delle entrate, accrescere il ruolo delle misure strutturali, minimizzare gli effetti negativi sul prodotto, contenere l'incertezza circa l'attuazione di alcune misure".

 

A questo proposito la lente d'ingrandimento di Bankitalia è sulla "delega fiscale e assistenziale e le modalità con cui verrà esercitata la relativa clausola di salvaguardia". "L'entità della manovra non può essere ridotta - avverte Bankitalia -, anche alla luce della sfavorevole evoluzione del quadro macroeconomico internazionale".

 

Visco lancia l'allarme sul Pil: "In un quadro previsivo che resta ancora estremamente incerto, potrebbe prefigurarsi una crescita del Pil inferiore al punto percentuale nell'anno in corso e e ancora più debole nel 2012".

 

Il che avrebbe una conseguenza negativa "inevitabilmente sui conti pubblici, rendendo più difficile il pareggio di bilancio e rallentando la flessione del peso del debito pubblico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -