Mario Monti: "Accordo Ue positivo, Italia ha fatto la sua parte"

L'Italia ha fatto la sua parte e l'accordo in sede europea tra 26 paesi con la Gran Bretagna come unico stato a rimanerne fuori, non è un fallimento. Ne è convinto il presidente del consiglio, Mario Monti

L'Italia ha fatto la sua parte e l'accordo in sede europea tra 26 paesi con la Gran Bretagna come unico stato a rimanerne fuori, non è un fallimento. Ne è convinto il presidente del consiglio, Mario Monti. Per l'inquilino di Palazzo Chigi, “l'Italia ha dato il suo contributo alla crisi dell'Eurozona con la manovra, il decreto legge che contiene misure ad ampio raggio per crescita e rigore in un contesto di equità”.

 

Monti ha aggiunto nei confronti del nostro Paese, “c'è stato apprezzamento” e il nostro è stato un “contributo a risolvere una crisi dell'Eurozona che non era certo di responsabilità soltanto italiana e questo ha consentito di dare un contributo più attivo nelle giornate di giovedì e venerdì per avviare una soluzione sistemica”.

 

Monti ha ammesso che “l'Italia avrebbe preferito una modifica dei trattati fatta a 27, ma questo non è stato possibile perché non si poteva avere, come voleva la Gran Bretagna, un sistema ancora integralmente ancorato al principio dell'unanimità”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -