Moody's boccia l'Italia: rating A2

Moody's boccia l'Italia: rating A2

Moody's boccia l'Italia: rating A2

Moody's boccia l'Italia. L'agenzia di rating ha declassato il debito sovrano del Paese al livello A2 dall'attuale Aa2. Per Palazzo Chigi "la scelta di Moody's era attesa". Il 17 giugno scorso Moody's aveva messo l'Italia sotto osservazione in vista di un taglio del rating sul debito, con un avvertimento: "Le prospettive di crescita per l'economia del Paese nei prossimi anni saranno decisive per determinare le entrate del governo e gli obiettivi di risanamento".

 

Il governo italiano ha garantito in una nota che "sta lavorando con il massimo impegno per centrare gli obiettivi di bilancio pubblico. Quegli stessi obiettivi che sono stati oggi accolti positivamente e approvati dalla Commissione europea". Moody's prevede che il rapporto tra debito e Pil italiano si attesti al 120% alla fine dell'anno dal 104% calcolato all'inizio della crisi. Per l'agenzia di raiting "la vulnerabilità di questo Paese è aumentata".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il leader del Pd Bersani "il declassamento è una mazzata. L'Italia è meglio di quel rating, ma se non c'è un cambiamento la sfiducia rischia di tirarci a fondo". Il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, ha implorato il ricorso alle elezioni: 2mi rivolgo al Capo dello Stato e gli dico di mandare un messaggio alle Camere perche' i parlamentari si assumano le loro responsabilità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -