Nozze Fiat e Chrysler, accordo raggiunto

Nozze Fiat e Chrysler, accordo raggiunto

Nozze Fiat e Chrysler, accordo raggiunto

Missione compiuta: Fiat e Chrysler hanno raggiunto l'accordo. Per l'ufficializzazione bisogna attendere l'annuncio del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, atteso per giovedì alle 18 ore italiane. Avvocati e consulenti sono riusciti a superare le ultime resistenze dei creditori. Tre fondi in particolare hanno fatto lobby per rafforzare il fronte del no: si tratterebbe di Oppenheimer, Perella e Stairway. Bocche cucite dalla casa del Lingotto: "non ci risulta nulla".

 

Oggi scade il termine imposto dal governo Usa per la ristrutturazione del gruppo di Detroit e dei suoi debiti. Obama mercoledì ha smorzato gli entusiasmi per non creare illusioni: "Non sappiamo ancora se l'accordo si farà. Penso che potremmo farcela, ma c'è ancora del lavoro da fare", ha detto il numero uno della Casa Bianca. "Uno dei potenziali vantaggi di questa fusione è rappresentato nelle tecnologie con le quali Chrysler potrebbe iniziare a produrre auto pulite - ha detto il presidente - in grado di andare incontro alle necessità future del mercato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -