Nubi nere per l'economia italiana, Confindustria: ''La ripresa rallenta''

Nubi nere per l'economia italiana, Confindustria: ''La ripresa rallenta''

Nubi nere per l'economia italiana, Confindustria: ''La ripresa rallenta''

La ripresa economica rallenta. Lo sostiene il centro studi di Confindustria nel rapporto d'autunno sugli scenari economici. Si stima che l'anno si chiuderà con 480 mila persone occupate in meno rispetto al 2008 e che il Pil italiano crescerà meno del previsto. Occorrerà attendere il 2013 per vedere l'economia tornare a correre come nel 2007, prima della crisi. "L'estate - spiega nel suo rapporto Confindustria - ha accumulato nuovi dubbi sugli sviluppi nell'immediato futuro".

 

Per il Centro "l'occupazione non ripartirà prima dell'anno prossimo", con una stima del +0,4% delle unità di lavoro, ed un tasso di disoccupazione  che "salirà, terminando il 2011 al 9,3%". Il Pil italiano salirà nel 2010 dell'1,2% e dell'1,3% nel 2011, revisione al ribasso rispetto al +1,6% che era stato previsto in precedenza. Secondo il centro studi di Confindustria occorre "uno scatto di reni nelle riforme", ci sono "nodi strutturali non sciolti".

 

Tuttavia si "ritiene tuttora più probabile uno scenario ispirato a un prudente ottimismo, dove i rischi al ribasso sono bilanciati da possibili sorprese positive, le forze negative non sono destinate a prevalere e la frenata resta confinata a un paio di trimestri, essendo il frutto del naturale succedersi di strappi in avanti e momenti di riposo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -