Obama: ''Freneremo gli eccessi di Wall Street''

Obama: ''Freneremo gli eccessi di Wall Street''

Obama: ''Freneremo gli eccessi di Wall Street''

NEW YORK - Nuovo affondo del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, contro le banche. L'inquilino della Casa Bianca ha nuovamente criticato gli "eccessi sconsiderati di Wall Street", annunciando nuovi limiti alle banche per evitare che diventino così grandi da fallire: "Nessuna banca può avere o investire in hedge fund. Possono lavorare con noi, non contro". Immediata la risposta della Borsa di New York, che ha segnato il peggior calo degli ultimi tre mesi.

 

"Non accadrà mai più che i contribuenti americani vengano presi in ostaggio da una banca che è troppo grande per permettere che possa fallire", ha tuonato Obama durante una conferenza stampa nel corso della quale ha presentato il piano per limitare le attività e le dimensioni delle banche. Secondo il presidente americano gli istituti di credito e quelli finanziari sono i responsabili della "peggiore crisi economica dai tempi della Grande Depressione".

Le banche, ha aggiunto Obama, si sono accollate " rischi sconsiderati" solo per ricercare "facili profitti" e distribuire "bonus enormi" mettendo in pratica una "abbuffata" di "irresponsabilità". Obama ha inoltre annunciato di voler presentare la riforma al Congresso, anche se Wall Street dovesse opporsi. Il progetto prevede un meccanismo che impedisce alle banche di possedere o investire in hedge fund e in fondi di private equity.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -