Opel, Marchionne: ''Impianti tedeschi non chiuderanno''

Opel, Marchionne: ''Impianti tedeschi non chiuderanno''

Opel, Marchionne: ''Impianti tedeschi non chiuderanno''

ROMA - Qualora la Fiat rilevasse la Opel, nessuno degli impianti tedeschi verrebbe chiuso. A ribadirlo è l'amministratore delegato della Casa del Lingotto Sergio Marchionne, in un'intervista a "Spiegel Online'. "Manterremo tutte e quattro le fabbriche nella Repubblica federale", ha dichiarato. Il piano della Fiat per la creazione di un nuovo gruppo automobilistico europeo che va dai marchi italiani a Opel e Vauxhall, prevede una riduzione della capacità produttiva del 20%.

 

"Questo non significa - ha precisato Marchionne - che l'occupazione debba essere ridotta del 20%". Per l'ad, "la Fiat ha più del 50% di possibilità di farcela nella sfida per Opel" secondo quanto riferito dal quotidiano "La Stampa"."Alla fine la nostra è l'unica offerta con contenuti e valori industriali - ha aggiunto Marchionne durante l'assemblea degli azionisti della Giovanni Agnelli & C.Sapaz -. Le altre o non hanno consistenza produttiva o sono sostanzialmente finanziarie".

 

Marchionne ritiene di aver costruito un buon rapporto col governo tedesco, "un interlocutore serio, preciso e severo". Quindi ha confidato ai suoi collaboratori "la sovrapposizione tra Fiat e Opel non è scontato che si traduca in esuberi di personale". Anzi, si punta a conservare la somma delle quote di mercato di partenza del Lingotto e di Opel, per poi aumentarle attraverso le economie di scala e l'utilizzo di piattaforme produttive comuni.

General Motors Europa, casa-madre di Opel, ha confermato che sono state presentate tre offerte per il marchio tedesco. Oltre a Fiat, hanno depositato delle offerte per Opel il fornitore austro-canadese Magna e il fondo belga Rhj di proprietà della statunitense Ripplewood. Secondo il settimanale tedesco "Spiegel", General Motors preferirebbe l'offerta degli austro-canadesi di Magna, in seconda battuta quella di Ripplewood e solo l'ultima scelta sarebbe la proposta di Fiat.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -