Passera avverte: ci sono troppi aeroporti, meglio pochi e più grandi

In Italia ci sono troppi aeroporti. Meglio razionalizzarne la presenza per costruire grandi poli del trasporto che colleghino l'Italia con le reti della mobilità internazionale. Lo sostiene il ministro Corrado Passera

In Italia ci sono troppi aeroporti. Meglio razionalizzarne la presenza per costruire grandi poli del trasporto che colleghino l’Italia con le reti della mobilità internazionale. E’ il pensiero di Corrado Passera, ministro dello Sviluppo economico e delle Infrastrutture e Trasporti, espresso durante la sua audizione alla Camera dei deputati.

 

Secondo l’ex numero uno di Intesa-Sanpaolo, “non si può più andare avanti con la filosofia di un aeroporto in ogni provincia senza avere collegata in maniera adeguata tutta la logistica con porti e aeroporti e ferrovie collegate insieme e non in parallelo”.

 

Oggi invece le cose stanno proprio così, “con i risultati negativi che vediamo”. Per questo il ministro del governo Monti ritiene si debba intervenire per “are in modo di avere aeroporti, anche pochi, ma grandi centri che possano tenere collegata l'Italia al resto del mondo”.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di John Dorian
    John Dorian

    L'impudicizia di questa sua singola affermazione supera, credo, quella del vecchio presidente del consiglio negli ultimi 2- 3 anni. Passera è quello che nell'operazione AirOne - Alitalia è stato un grado di far pagare i debiti della banca che lui dirigeva all'intera collettività, tramite capacità tecnica fuori dal comune e un giro di contatti ad alto livello. E ora viene a fare la morale ? Ma a chi ? Un minimo di decenza, ogni tanto, non guasterebbe.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -