Protesta a Wall Street, Obama: "E' la voce dell'America frustata"

Protesta a Wall Street, Obama: "E' la voce dell'America frustata"

Protesta a Wall Street, Obama: "E' la voce dell'America frustata"

"La crescita è rallentata. Imprese e consumatori sono nervosi". Barack Obama ha commentato così la protesta "Occupy Wall Street", con migliaia di persone radunate nei pressi dei palazzi del potere economico. "E' la voce degli americani frustrati dal funzionamento delle strutture economiche e finanziarie di questo paese", ha affermato l'inquilino della Casa Bianca, esternando la sua comprensione per i manifestanti. "Lotto per evitare gli abusi del sistema finanziario", ha evidenziato ancora Obama.

 

"L'economia è più debole di quanto fosse all'inizio dell'anno", ha osservato il presidente degli Stati Uniti citando tra le cause le conseguenze dello tsunami giapponese, il dibattito sul tetto del debito americano che è stato condotto in un modo "che non ha precedenti", ma anche il momento critico che sta attraversando l'Eurozona. Obama ha difeso il piano per l'occupazione della sua amministrazione, che "aiuterà gli Usa a cautelarsi contro un altra recessione se la situazione in Europa dovesse peggiorare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -