Rallentano i consumi delle famiglie ad aprile

Rallentano i consumi delle famiglie ad aprile

Rallentano i consumi delle famiglie ad aprile

ROMA - Rallentano i consumi delle famiglie ad aprile. Confcommercio ha segnalato un calo dell'1,6% in termini tendenziali che interrompe un periodo "di graduale recupero" iniziato nell'ultimo trimestre del 2009. L'inversione di tendenza della domanda appare ancora più evidente guardando al dato destagionalizzato, che evidenza un calo dell'1,7% rispetto a marzo, dopo un bimestre di graduale miglioramento. Sul risultato pesa la mancanza di incentivi.

Il fenomeno interessa anche altre economie europee sulla scia dei timori legati alla crisi greca e degli interventi sul versante della finanza pubblica. Per maggio è invece prevista una stabilizzazione.  Il dato di aprile, spiega l'ufficio studi di Confcommercio, è stato "largamente influenzato" dalla dinamica della domanda di auto che ha visto un ripiegamento assai sensibile.

 

Osservando l'indicatore, nel primo trimestre del 2010 la domanda ha segnato un +13,6%. Ad aprile i consumi per beni e servizi per la mobilità hanno registrato una flessione del 14,8% rispetto ad aprile dello scorso anno e del 15,2% rispetto a marzo. Sul dato ha influito anche lo stop di alcuni giorni del traffico aereo nei principali aeroporti del nord.

La domanda di beni e servizi per la casa, al contrario, ha mostrato una crescita annua dell'1,1%, legata in larga parte alla dinamica registrata dagli acquisti di elettrodomestici e televisori sull'onda degli incentivi governativi. In generale, la riduzione registrata ad aprile dall'Icc rispetto ad aprile 2009 riflette un calo dei volumi acquistati dalle famiglie per i beni (-2,2% che segue il +4,4% di marzo) e un moderato aumento della domanda di servizi (+0,4%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -