Retribuzioni ferme a maggio

Retribuzioni ferme a maggio

Retribuzioni ferme a maggio

ROMA - Senza variazioni le retribuzioni contrattuali orarie a maggio. L'Istat ha segnalato come l'aumento su base annua sia risultato pari all'1,8%, uguale a quello di aprile. Il dato è inferiore a quello dell'inflazione che a maggio è cresciuta del 2,6% su base tendenziale. Nella media del periodo gennaio-maggio 2011 l'indice è cresciuto del 2% rispetto allo stesso periodo del 2010. Tessili, abbigliamento e militari sono quelli che presentano gli incrementi maggiori.

 

Per il primo settore la crescita è stata del 4,1%, mentre per la Difesa del 4%. Per le forze dell'ordine l'aumento è stato del 3,7%, mentre per i Vigili del Fuoco del 3,4%. Gli aumenti più contenuti riguardano ministeri, scuola, regioni e autonomie locali, servizio sanitario nazionale (+0,3% in tutti e quattro i casi). Alla fine di maggio 2011 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica corrispondono al 65,3% degli occupati dipendenti e al 60% del monte retributivo osservato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -