Riforme, Confindustria: ''L'Italia deve tornare a crescere''

Riforme, Confindustria: ''L'Italia deve tornare a crescere''

Riforme, Confindustria: ''L'Italia deve tornare a crescere''

"L'Italia deve tornare a crescere". Lo auspica il direttore del Centro Studi Confindustria (Csc), Luca Paolazzi, aprendo il Forum degli industriali a Parma. Ma "per tornare a crescere occorrono riforme e gli italiani chiedono cambiamenti ispirati al mercato, al merito e alla legalita'". Le priorita' per le imprese vanno dalla "riduzione della burocrazia, all'alleggerimento del carico fiscale, alle infrastrutture, al mercato del lavoro, all'energia meno cara".

 

Come prima cosa le imprese chiedono appunto meno burocrazia, poi piu' infrastrutture, energia meno cara e solo al quarto posto meno tasse. Proprio in merito all'energia il direttore del Csc ricorda che le imprese italiane pagano il 93% in piu' di quanto avviene in Francia, il 71% rispetto alla Spagna, il 25% sulla Germania e il 13 in confronto alla Gran Bretagna.

 

L'Italia deve tornare a crescere anche "rimuovendo gli ostacoli alla concorrenza, perche' la maggiore competizione tra produttori abbassa i prezzi e aumenta la qualita' dei beni, come dimostrano i casi della telefonia e dell'automobile". Ricordando dei vecchi dati diffusi tempo fa dal Centro studi di Confindustria, il direttore dice che con le riforme che riguardano il capitale umano aumenterebbero il pil dell'Italia del 13%, quelle sulla burocrazia del 4%, l'11% con le liberalizzazioni e il 2% con le infrastrutture.

 

Totale: "Quasi il 30% in piu'" di pil in un arco di tempo medio lungo". E ancora, il dirigente di Confindustria sottolinea che "da tempo diciamo che c'e' la ripresa ma la crisi non e' finita, continua per le imprese e le famiglie. E' ora di voltare pagina nella gestione dell'economia e tanti imprenditori sono qui per chiedere un cambiamento di passo con una voce sola". Infine una stoccata: "E' sempre piu' diffusa l'idea ammaliante che la crescita e il pil contino meno, che basti quel che abbiamo", mentre invece oltre che non progredire il paese che non cresce "si incattivisce e noi questo lo vediamo tutti i giorni". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -