Salari, trattative ''no stop'' per evitare lo sciopero

Salari, trattative ''no stop'' per evitare lo sciopero

“Penso di avere 8 possibilità su 10 di evitare lo sciopero generale”. E’ la speranza che nutre il ministro del Lavoro, Cesare Damiano, alla vigilia dell’incontro tra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil e il premier, Romano Prodi. Sarà una trattativa “no stop” per evitare lo sciopero generale. Diversi i temi da affrontare come l’alleggerimento del fisco sugli stipendi e le misure da adottare per monitorare i prezzi e le tariffe al rinnovo dei contratti.

Damiano, “favorevole a riforme economiche serie e interventi strutturali in tema di politica sociale”, apre ad una manovra “una tantum” “che rilanci i consumi alleggerendo il carico fiscale sul lavoro dipendente”. In questo modo, ha spiegato il ministro, “è probabile che si possa trovare un punto di mediazione tra il Governo e i sindacati”.

Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, attende “delle prime risposte” dal governo per quanto concerne l’aumento delle “detrazioni per i lavoratori dipendenti, soprattutto per chi ha figli e disabili”. Bonanni chiede di “defiscalizzare il salario di secondo livello e in prospettiva a ridurre le aliquote Irpef”. Il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, tuona: “Chiediamo interventi strutturali, non un bonus di primavera”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -