Sarkozy ammonisce: "L'Europa rischia di esplodere"

Non c’è una seconda chance per l’Europa: adesso o mai più. Il presidente francese Nicolas Sarkozy non usa giri di parole per porre l’accento sulla crisi che sta attraversando l’Unione europea

Non c’è una seconda chance per l’Europa: adesso o mai più. Il presidente francese Nicolas Sarkozy non usa giri di parole per porre l’accento sulla crisi che sta attraversando l’Unione europea e che rischia di mettere a rischio la tenuta della moneta unica. Il leader transalpino parla alla vigilia del super-vertice di Bruxelles, con il Consiglio europeo che si riunirà a partire da stasera fino a domattina per fare il punto sulla situazione e trovare un accordo sui nuovi trattati.

 

"Mai il rischio di un'esplosione dell'Europa è stato così grande", ha detto Sarkozy e oggi il suo ministro degli Affari Europei, Jean Leonetti, ha rincarato la dose: "La situazione è grave, l'euro può esplodere e l'Europa disfarsi. Sarebbe una catastrofe non solo per l'Europa e la Francia, ma per il mondo".

 

Anche dagli Stati Uniti la preoccupazione per la tenuta dell’Europa è grande. Lo stesso presidente Barack Obama ieri sera ha telefonato alla cancelliera Angela Merkel per esprimere tutto il proprio disagio di fronte a questa situazione. "Se un accordo tra i 27 paesi - ha aggiunto Sarkozy - non sarà possibile, allora si faccia un'intesa tra i 17 stati dell'Eurozona", ha detto Sarkò.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -