Scattano i saldi invernali, il via a Napoli

Scattano i saldi invernali, il via a Napoli

Scattano oggi (mercoledì) i saldi invernali 2008. E’ Napoli la prima città ad esporre i cartellini con il prezzo ribassato: secondo la Confcommercio ogni famiglia spenderà poco più di 500 euro per abbigliamento e accessori facendo lievitare a quasi 6,5 miliardi di euro il valore dei saldi invernali. La spesa prevista per la 'caccia' allo sconto di quest'anno è di quasi 2 miliardi di euro superiore a quella dell'anno scorso e si calcola che abbia un'incidenza del 18% sul fatturato del settore.

Se i consumatori cercheranno di fare l'affare ed acquistare a costi ribassati i capi d'abbigliamento più costosi, anche i commercianti che sperano di recuperare le mancate vendite del Natale appena trascorso Secondo un'indagine Fismo-Confesercenti per circa il 60% degli esercenti le vendite natalizie hanno fatto registrare un calo, mentre per il 28% sono rimaste uguali. Soltanto il 12% ha aumentato le vendite, ma non piu' del 10%. Il tutto, garantisce il 90% degli intervistati, a prezzi invariati rispetto al Natale 2006.

Con la partenza dei saldi, il Codacons sguinzaglierà i propri ispettori nelle vie dello shopping delle principali città italiane, a caccia di fregature e di commercianti scorretti da smascherare e denunciare alle competenti autorità.''Abbiamo deciso di istituire una task force di ispettori Codacons che, nei giorni dei saldi, si mischieranno ai cittadini in cerca di occasioni e buoni affari – ha affermato il Presidente, Carlo Rienzi-. Lo scopo e' quello di evitare le solite fregature legate ai saldi, e aiutare i consumatori nei propri acquisti; a tal fine e' possibile segnalare dubbi e irregolarita' all'indirizzo e-mail codacons.info@tiscali.it''.

“Il primo consiglio e' quello di diffidare, soprattutto nella fase iniziale, dei favolosi sconti del 40, 50, 60% - ha ricordato in una nota Adiconsum -. Spesso, infatti, dietro questi mirabolanti 'affari', si nasconde un malcostume diffuso, quello di 'riprezzare' i prodotti, facendo credere al consumatore di aver applicato un forte sconto. Sconti significativi si giustificano solo verso la fine dei saldi e non all'inizio! Tutto cio' avviene anche perche' scarsi o nulli sono i controlli''. Adiconsum ricorda ai consumatori che nel periodo dei saldi ''la sostituzione di un prodotto difettoso o non conforme resta un diritto del consumatore anche per i prodotti in saldo; il pagamento con le carte di credito non può essere rifiutato dal commerciante se sulla vetrina sono esposti i loghi delle carte''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -