La Spagna vara riforma del Lavoro: licenziare costerà meno

Il governo spagnolo di centrodestra guidato dal premier Mariano Rajoy ha dato il via libera alla riforma del mercato del lavoro. L'indennità di licenziamento viene drasticamente abbassata

Il governo spagnolo di centrodestra guidato dal premier Mariano Rajoy ha dato il via libera alla riforma del mercato del lavoro, tenendo fede a due principi: la necessità di dare più flessibilità e allo stesso tempo contrastare precarietà e soprattutto disoccupazione. Che in Spagna è arrivata al valore record del 22,8%. Non mancano i provvedimenti che faranno discutere, anche in Italia probabilmente.

Tra questi la norma che consente di licenziare pagando una indennità inferiore rispetto a quella attuale, cioè si passerà da 45 giorni di paga per ogni anno lavorato a 33 giorni di paga. Con questa e altre misure, ci si pone l'obiettivo di diminuire la quota di 5,3 milioni di disoccupati che è il macigno più grande ereditato dal precedente governo guidato dall'ex premier socialista Zapatero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -