Tremonti: "In manovra tasse e licenziamenti"

Tremonti: "In manovra tasse e licenziamenti"

Tremonti: "In manovra tasse e licenziamenti"

Tassare le rendite finanziarie fino al 20%, tagliare gli stipendi dei dipendenti pubblici, mettere mano agli articoli 41 e 81 della Costituzione, intervenire sulle pensioni di anzianità e su quelle delle donne nel settore privato, introdurre una sorta di diritto di licenziare. Sono queste alcune delle misure allo studio del governo in queste ore, in vista del decreto legge anticrisi che potrebbe essere varato il 12 o il 16 agosto (e non il 18 come previsto inizialmente).

 

Oggi viviamo in un' epoca, ha evidenziato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, "che costringe a scelte di maggior rigore: non puoi spendere più di quello che prendi soprattutto se con riluttanza prendono i tuoi titoli". Un lavoro che necessita "di uno spirito costituente" e un "disarmo unilaterale". Tremonti ha legato l'accelerazione della crisi al brusco cambiamento delle mosse del governo. Per questo "dobbiamo fare una manovra molto forte sul 2012 e 2013".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il mercato del lavoro l'ipotesi da mettere in campo è "una spinta alla contrattazione a livello aziendale, con il superamento del sistema centrale rigido" ma anche "il licenziamento del personale compensato con meccanismi di assicurazione più felici", una sorta di "diritto di licenziare. D'altro lato bisogna evitare l'abuso dei contratti a tempo determinato", ha annunciato Tremonti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -