Tremonti 'apre' ai consumatori: interverremo su bollette e benzina

Tremonti 'apre' ai consumatori: interverremo su bollette e benzina

Tremonti 'apre' ai consumatori: interverremo su bollette e benzina

Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, apre ai consumatori. Durante una conferenza stampa il ministro ha annunciato che "d'accordo con il ministro dello Sviluppo economico apriremo un confronto con i consumatori anche sulle bollette e sul pieno di benzina, che incidono sulla vita delle famiglie italiane". Sul tema dei mutui, Tremonti ha annunciato che "sarà cura del governo" azzerare i costi della portabilità, perché i problemi "possono e devono essere superati".

 

A questo proposito il convegno ha stipulato una convenzione con l'Abi (l'associazione delle banche italiane) che sarà applicabile anche sulle famiglie morose. "Sulla morosità la risposta è sì, sui 20 milioni di aiuto la risposta è sì", ha ribadito Tremonti.

 

"Attiveremo anche il fondo previsto dalla scorsa finanziaria per sostenere la casistica di pignoramenti e procedure esecutive. Lo stabiliremo con i consumatori", ha poi annunciato il ministro dell'Economia, specificando che la convenzione afferma che "non è necessario l'intervento del notaio trattandosi di una rinegoziazione ed essendo prevista la continuità dell'ipoteca a garanzia del debito".

 

Sul tema della portabilità, "la misura aumenta la tipologia degli strumenti a disposizione dei clienti per ridurre l'importo della rata. Ma la portabilità è una soluzione che mantiene intatta la sua valenza".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di otello
    otello

    Vorrei dare un consiglio al ministro Tremonti, penso che già togliendo l'iva sulle bollette e sui generi di prima necessita ci sarebbe un bel risparmio.Spero gli arrivi all'orecchio questa mia proposta.

  • Avatar anonimo di graziella g./gigli
    graziella g./gigli

    Ho letto che in Francia una famiglia, composta di genitori e due figli e con un reddito di circa 25.000 € annuali, paga 52 euro di tasse mentre in Italia la cifra sullo stesso importo è di 1752 € circa.( Fonte corriere della sera) L’euro è uguale in questi due paesi. Oltre alle bollette con tasse e tassine varie, al costo della benzina esagerato sempre per i motivi di tasse, imposte, accise e quant’altro sento, spesso, di giovani coppie che o si sono sposate o convivono e dopo un po’ di tempo sono costrette a vendere un’auto perché due vetture incidono troppo sul menage. Torniamo indietro perche’ sembrerebbe che c’e’ uno stato mangione e ai cittadini fa tirare il cinghione. E’ necessario intervenire con urgenza su queste questioni e un segnale dovrebbe essere dato subito dai governanti.Chiudere, per un periodo, il Parlamento che è troppo costoso e fare le sedute in altra location. Per esempio in un immobile dimesso e con sedie di plastica (tipo quelle da giardino).Che cosa serve un carrozzone cosi’esoso quando centinaia di parlamentari nemmeno si presentano alle votazioni in Aula? 27.05.2008 Graziella g. /Gigli

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -