Tremonti: ''Nel 2010 Pil all'1%''

Tremonti: ''Nel 2010 Pil all'1%''

Tremonti: ''Nel 2010 Pil all'1%''

ROMA - Sono parole di ottimismo quelle pronunciate dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, intervenendo martedì all'assemblea degli industriali di Roma. Secondo il titolare del dicastero di via XX Settembre, l'Italia potrebbe chiudere il 2010 con un Pil dell'1% o lievemente superiore, ricordando che si parte da un -6%. Tremonti ha inoltre rimembrato che nel 2008 il Pil è calato dell'1%, mentre che nell'anno in corso si ridurrà di circa il 5%.

 

Il ministro dell'Economia ha poi spiegato che verrà fatta "una riforma fiscale ma in una prospettiva lunga e nel rispetto dei vincoli di bilancio". "Ne ho iniziato a parlare con il presidente del Consiglio e continuerò a farlo - ha rilevato -. La faremo al termine della legislatura e sarà rivolta al lavoro e alla famiglia". All'assemblea ha preso la parola anche il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che ha chiesto uno sforzo corale per combattere la crisi economia.

 

Marcegaglia ha chiesto al ministro Tremonti "di aprire un dibattito serio e non demagogico sulla riduzione della spesa pubblica corrente improduttiva per investire quelle risorse in infrastrutture e ricerca per far ripartire il paese". Il leader degli industriali ha precisato che si tratta di "una richiesta nel medio termine, non da fare ora in finanziaria". Marcegaglia ha poi definito "inutile" la contrapposizione tra il partito del rigore a quello della spesa.

 

"Confindustria non è nè del partito del rigore nè di quello della spesa. Si iscrive al partito che vuole progettare il futuro del paese. Il Paese ha ritrovato la capacità di fare rigore nei conti pubblici ed è positivo. Ora serve anche capacità di fare sviluppo", ha evidenziato. A Tremonti Confindustria "una riflessione sulla spesa improduttiva", individuando "non per questa Finanziaria" le aree dove tagliare per reperire risorse.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -