Trichet: ''ripresa attesa per metà 2010''

Trichet: ''ripresa attesa per metà 2010''

Trichet: ''ripresa attesa per metà 2010''

LUSSEMBURGO - Il presidente della Banca Centrale Europea Jean-Claude Trichet prevede che nell'Eurozona la ripresa arriverà tra circa un anno: "l'attività economica quest'anno rimarrà debole e la ripresa è attesa per la metà del 2010". "Dopo una fase di stabilizzazione - ha aggiunto - dato che i significativi piani di stimolo adottati in tutte le principali economie dovrebbero sostenere una crescita globale, anche nella zona dell'euro". Il tasso di interesse resta invariato.

 

Trichet prevede "un ulteriore deterioramento del mercato del lavoro" nei prossimi mesi. Anche l'inflazione, ha aggiunto, "resterà temporaneamente in terreno negativo nei prossimi mesi. L'obiettivo resta quello di tornare vicino al 2% nel medio termine". Così gli impegni per il futuro: "il consiglio dei governatori ritiene che il processo di aggiustamento strutturale debba cominciare, in ogni caso, al piu' tardi con la ripresa economica. E nel 2011 bisognerà intensificare gli sforzi di consolidamento" delle finanze pubbliche nella zona euro.

 

"Per correggere gli importanti squilibri di bilancio previsti nei Paesi della zona euro - ha spiegato il numero uno della Bce - gli sforzi di risanamento strutturale dovranno essere ampiamente superiori al valore di riferimento dello 0,5% annuo previsto dal Patto Ue di stabilità e di crescita". "Nei Paesi in cui il deficit o il debito pubblico sono elevati l'aggiustamento strutturale annuale dovrebbe raggiungere almeno l'1%", ha aggiunto.

 

"È necessario intensificare gli sforzi per rafforzare la crescita potenziale dell'area euro - ha concluso -, è cruciale accelerare la messa in opera delle riforme strutturali". Trichet ha poi richiamato le banche, appellandosi "alla loro piena responsabilità nell'assicurare credito all'economia", invitandole a "trarre pieno vantaggio delle diverse possibilità offerte per rafforzare i loro bilanci e patrimonializzazioni, in particolare tramite aumenti di capitale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -