Unipol, Fassino disse a Consorte: ''Abete ha lavorato Prodi''

Unipol, Fassino disse a Consorte: ''Abete ha lavorato Prodi''

ROMA – Proseguono le fuge di notizie circa il contenuto delle intercettazioni contenute nella perizia depositata lunedì scorso dal Gip Forleo e di cui molti giornali e agenzie di stampa stanno venendo a conoscenza attraverso fonti autorizzate alla consultazione delle trascrizioni.


In una di queste Piero Fassino, segretario nazionale dei Ds, in data 5 luglio 2005 al telefono con l’allora presidente di Unipol, Giovanni Consorte, avrebbe detto: “Abete (presidente di Bnl, ndr) ha lavorato Prodi dicendogli che fate l’operazione senza i soldi per gestirla”.


Questo un passaggio della telefonata, relativa ad un incontro avuto da Fassino con Abete e riguardante il tentativo di scalata di Unipol sulla Bnl.


- Fassino: è arrivato qui Abete tutto trafelato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- Consorte: cosa voleva?

- Fassino: non ho capito niente.

- Consorte: qual è la proposta?

- Fassino: proposta non ce n’è, non ho capito niente. E poi ancora Fassino avrebbe aggiunto: «Abete ha lavorato Prodi dicendogli che fate l’operazione senza i soldi per gestirla».

- Consorte: ma questo lo dice lui.

- Fassino: io ti sto facendo il quadro.

- Consorte: ma, va bè, qual è la proposta.

- Fassino: ma non mi ha avanzato nessuna proposta.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -