Usa, Chrysler rimborsa il prestito con 6 anni d'anticipo

Usa, Chrysler rimborsa il prestito con 6 anni d'anticipo

Usa, Chrysler rimborsa il prestito con 6 anni d'anticipo

WASHINGTON - Con sei anni d'anticipo, Chrysler ha rimborsato tutto il prestito da 7,6 miliardi di dollari, compresi gli interessi, ai governi Usa e canadese. Lo ha annunciato la casa automobilistica di Detroit, in una nota. Il debito era di 5,9 miliardi di dollari con il governo americano e di 1,7 miliardi con quello canadese. "È una pietra miliare", ha affermato il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney. "Abbiamo mantenuto la promessa", ha affermato l'ad Sergio Marchionne.

 

"Meno di due anni fa avevamo preso l'impegno di ripagare i governi americano e canadese e abbiamo rispettato in pieno quella promessa", sottolinea in una nota Marchionne. "Il prestito ci ha concesso una rara seconda chance per dimostrare quello che la gente di questa compagnia è in grado di fare e abbiamo un dovere di gratitudine nei confronti di chi ha consentito questo intervento che ha permesso a Chrysler di diventare una forte casa automobilistica", ha aggiunto l'ad.

 

Fiat ha poi annunciato di aver perfezionato l'esercizio dell'opzione per l'acquisto di un'ulteriore partecipazione del 16% in Chrysler ed è salita al 46%. Entro fine anno supererà il 51%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -