Boriello ''dopato'' causa sesso

Boriello ''dopato'' causa sesso

MILANO - Sarebbe da attribuire ad una crema a base di cortisone per combattere un disturbo venereo all'organo intimo la causa della sospensione per doping dell'attaccante del Milan Marco Borriello.

A confessarlo è stata la fidanzata Belen Rodriguez che ha dichiarato che il calciatore milanista ha usato il medicinale per curare un'infezione alle parti intime causata da una notte di sesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cortisone è stato riscontrato nelle urine di Boriello e rientra tra le sostanze non consentite all'uso. Tale confessione dovrebbe scagionare l'attaccante dall'accusa di doping.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -