Camere di commercio e diritto annuale. Importi variati rispetto al 2007

Camere di commercio e diritto annuale. Importi variati rispetto al 2007

Come sono cambiati gli importi del diritto annuale dovuto alle Camere di commercio per il 2008?

 

Con il 2007 si è concluso il periodo transitorio di applicazione del diritto annuale dovuto alle Camere di Commercio, sulla base delle previsioni contenute nei provvedimenti di riforma degli enti camerali.

La Legge finanziaria per il 2000 aveva modificato il regime di pagamento del diritto camerale commisurandolo al fatturato generato dall'impresa nell'esercizio precedente a quello di riscossione.

Il regime transitorio di determinazione dei diritti annuali prevedeva un calcolo diverso a seconda della ragione sociale adottata dall'impresa.

Con il regime che entra in vigore quest'anno tale situazione viene superata, stabilendo il fatturato quale parametro unico di riferimento per il calcolo dei diritti camerali.

La soluzione è così riassumibile: le Ditte Individuali pagano il diritto nella quota fissa di 88,00 €, mentre le società hanno il seguente sviluppo:

 

Scaglioni di fatturato (in euro)

Aliquote

0 - 100.000

200 € (quota fissa)

100.000 - 250.000

0,015 %

250.000 - 500.000

0,013 %

500.000 - 1.000.000

0,010 %

1.000.000 - 10.000.000

0,009 %

10.000.000 - 35.000.000

0,005 %

35.000.000 - 50.000.000

0,003 %

Oltre 50.000.000

0,001 % (fino ad un max di 40.000 €)

 

Marco Laghi

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -