Vino, cresce il mercato del consumo negli Usa

Vino, cresce il mercato del consumo negli Usa

Una bella notizia per le aziende vinicole italiane: la crescita del consumo di vino negli USA non accenna diminuire. Da sempre gli USA sono il maggiore mercato per l'export di vini italiani, e secondo una ricerca dell'Impact Databank pubblicato dal Washington Post, gli USA si posizionerebbero al secondo posto mondiale per consumo totale di vino.


Questo permetterebbe di scavalcare l'Italia nella classifica dei consumi assoluti (non stiamo parlando di consumi pro capite, dove gli USA sono ancora in basso). Il rialzo dei consumi è il 15mo consecutivo. Ma come si è raggiunto questo risultato? Beh, finalmente anche negli USA si sta ponendo l'accento sugli effetti benefici sulla salute del consumo moderato del vino.


Il battage pubblicitario è enorme. Sempre più donne (spesso lavoratrici e con disponibilità di reddito medio/alta) bevono vino e i giovani si stanno spostando verso il vino come bevanda preferita. Tra i vini più bevuti, la fa da padrone lo chardonnay, anche se i più giovani si stanno spostando (finalmente) verso vini meno strutturati.


Ma veniamo alle brutte notizie per casa nostra. Secondo la ricerca, i vini di fascia media preferiti dagli statunitensi, saranno soprattutto quelli provenienti dal Sud Africa e Australia. Quelli europei subiranno un calo notevole, dovuto anche al cambio sfavorevole con euro/dollaro.

Urge correre ai ripari.

Mauro Manaresi

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -