Grignani si confessa: ''La cocaina è un errore tremendo''

Grignani si confessa: ''La cocaina è un errore tremendo''

MILANO – “La cocaina è un errore tremendo, una stronzata”. E’ la confessione fatta su ‘Vanity Fair” di Gianluca Grignani, il cantante milanese di 35 anni coinvolto in un’indagine di polizia su un traffico di cocaina ribattezzata “Operazione paradiso”. Grignani, finito nell’occhio del ciclone circa un anno fa, ripartirà con il Festival di Sanremo con il brano “Cammina nel sole” che dà il nome anche al suo nuovo album, il nono, che esce il 14 marzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grignani ha raccontato di aver cominciato a far uso di cocaina da ragazzo “perché lo facevano gli altri, per divertimento e soprattutto per la voglia di provare”. Il cantate ha ammesso anche di aver fumato spesso della marijuana, sottolineando però che “tirare di cocaina non è come farsi una canna”. “Non c'è paragone – ha dichiarato Grignani -. La cocaina distorce la percezione reale delle cose. Pensi che ti faccia stare meglio e, invece, amplifica i tuoi problemi, te li fa sembrare insormontabili”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -