La dieta della maturità: regole d'oro per studiare meglio

La dieta della maturità: regole d'oro per studiare meglio

La dieta della maturità: regole d'oro per studiare meglio

Tanto caffè, notti insonni, poco tempo per mangiare. Queste le abitudini che accompagnano i maturandi durante l'intenso studio che precede gli esami, senza sapere che una dieta equilibrata è alla base del rendimento, proprio in questi giorni di stress. A dare i giusti consigli agli studenti ci hanno pensato Coldiretti ed Emilia Donatiello, ricercatrice dell'Istituto di Scienze dell'Alimentazione del Cnr di Avellino. Dieta variata e cibi semplici sono le regole di base.

 

Mai saltare i pasti per avere più tempo per studiare, secondo Donatiello, l'apporto calorico dell'intera giornata andrebbe suddiviso in 5 pasti: colazione, spuntino mattutino, pranzo, merenda pomeridiana e cena. Fondamentali per dare energia i carboidrati complessi, meglio se assunti nella prima parte della giornata. Da Coldiretti spiegano, infatti, che vanno preferiti piatti semplici, a base di pasta, riso e verdure. "Il glucosio è il carburante del cervello", sottolinea Donatiello.

 

Gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio vanno fatti con frutta o yogurt, da bocciare snack troppo dolci o salati. "Le vitamine e i minerali di cui la frutta è ricca sono di sostegno alla memoria e aiutano a sopportare meglio il caldo e la stanchezza - spiega la ricercatrice del Cnr - inoltre, contribuiscono a regolare il sonno". Per un riposo sereno, Coldiretti consiglia, inoltre, di privilegiare nel pasto serale il consumo di lattuga e cibi insaporiti con aglio e cipolla che, grazie alle notevoli proprietà sedative, conciliano il sonno. Allo stesso scopo è consigliabile bere un bicchiere di latte caldo poco prima di andare a letto.

 

Altro consiglio per gli studenti, aumentare il consumo di cibi che contengono triptofano, un amminoacido che stimola la sintesi della serotonina, il cosiddetto "neurotrasmettitore del benessere". Via libera quindi al consumo di alimenti ricchi di zuccheri semplici come la frutta dolce di stagione.

 

Un freno viene messo a the, caffè e alcoolici che agitano e disturbano il sonno. Stessa cosa per i cibi troppo elaborati, troppo salati o troppo piccanti. Anche se Coldiretti consiglia un dolce ogni tanto per caricarsi.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -