La ricetta di Pasqua: due modi per preparare l'agnello pasquale

La ricetta di Pasqua: due modi per preparare l'agnello pasquale

La ricetta della settimana...


Due ricette per preparare l'agnello pasquale.


L’agnello all’aretina

Anche l'Artusi nel suo celebre libro "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" riporta una ricetta tipica della Romagna per la preparazione del tradizionale agnello Pasquale.

"L'agnello comincia ad esser buono in dicembre, e per Pasqua o è cominciata o sta per cominciare la sua decadenza.
Prendete un cosciotto o un quarto d'agnello, conditelo con sale, pepe, olio e un gocciolo d'aceto. Bucatelo qua e là colla punta di un coltello e lasciatelo in questo guazzo per diverse ore. Infilatelo nello spiede e con un ramoscello di ramerino ungetelo spesso fino a cottura con questo liquido, il quale serve a levare all'agnello il sito di stalla, se temete che l'abbia, e a dargli un gusto non disgradevole.
Piacendovi più pronunziato l'odore del ramerino potete steccare il pezzo con alcune ciocche del medesimo, levandole prima di mandarlo in tavola".


Una ricetta romagnola contemporanea di Maria Gardini:

Comprate due o tre costolette d'agnello per persona. Rosolatele in padella con olio d'oliva. Preparate un composto con uovo sbattuto, parmigiano, sale e pepe. Versate la miscela nella padella assieme alle costolette e cuocere per qualche secondo finché non si rapprendono. E' una ricetta facile, gustosa e decisamente veloce!


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -