Bufera su Morgan, la Rai lo esclude dal Festival di Sanremo

Bufera su Morgan, la Rai lo esclude dal Festival di Sanremo

Bufera su Morgan, la Rai lo esclude dal Festival di Sanremo

Bufera su Morgan. La discussa intervista pubblica sul mensile ‘Max', nella quale ha dichiarato di aver fatto uso di cocaina, ha estromesso il cantautore dal Festival di Sanremo. "Ha dato un messaggio non compatibile con una vetrina come quella di Sanremo che rappresenta più di altre la Rai stessa - ha dichiarato il direttore generale della Rai, Mauro Masi, ospite di Barbara Palombelli nel programma di Radio2 '28Minuti' -. Il suo è un messaggio che non ci potevamo permettere".

 

"La Rai è gestore del servizio pubblico radiotelevisivo e questo comporta obblighi e doveri che riguardano in senso lato anche il tema della droga", ha aggiunto Masi. La decisione è stata disposta dallo stesso direttore generale in accordo con il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, e con il direttore artistico del Festival, Gianmarco Mazzi.

"Non è una decisione che e' stata presa a cuor leggero - ha continuato Masi -. Ma non ci lasciava alternative. Se Morgan voleva dare un segnale ha dato un segnale sbagliato e noi abbiamo reagito ad un segnale sbagliato".

 

Tuttavia il direttore generale della Rai ha aperto uno spiraglio sul rientro in gara a Sanremo di Morgan a condizione di sottoporsi ad un programma di recupero. "Se arrivasse un messaggio autentico da Morgan in questo senso lo valuteremmo con la massima attenzione. Come abbiamo reagito a messaggio negativo potremmo reagire ad un messaggio autenticamente positivo e autenticamente forte", ha concluso Masi.

 

Immediate le reazioni dal mondo della musica. "Faccio un appello per riammettere Morgan a Sanremo", ha dichiarato Nino D'Angelo ai microfoni di 'Attenti a Pupo' in onda su Radio 1. "Lui ha avuto un processo troppo breve, non sono d'accordo con la decisione dei vertici Rai, anche perchè in seguito c'è stata la sua smentita - ha continuato il cantautore napoletano -. Dovrebbe pagare una pena, questo sì, - chiude - propongo di fargli fare uno spot contro la droga".

 

"Sono dispiaciuto per lui e per tutti coloro che lo avevano invitato a Sanremo", ha affermato Enrico Ruggeri. "Molti -ha aggiunto Ruggeri - confondono il successo con lo stare al centro dell'attenzione. Stare sempre al centro dell'attenzione, non significa necessariamente avere successo". Secondo Ruggeri, l'espulsione di Morgan è stata per la Rai "una scelta inevitabile: capisco l'imbarazzo, la pressione e soprattutto il dispiacere di tutte le persone che lo hanno scelto e che quindi lo stimavano", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -