Cannes: arriva il Che di Soderbergh, ma senza ovazione

Cannes: arriva il Che di Soderbergh, ma senza ovazione

Cannes: arriva il Che di Soderbergh, ma senza ovazione

CANNES - Attesissima la prima proiezione dell'ultima fatica di Steven Soderbergh, "Guerrilla", che racconta, in 4 ore e 28 minuti, la storia del Che, interpretato da un'eccezionale Benicio Del Toro. Con una pausa di 15 minuti, nella sala Debussy, la prima proiezione stampa non ha riscosso il successo atteso, almeno non un'ovazione.

 

La proiezione parallela, nella sala Grand Theatre Lumiere, alla presenza dell'intero cast e di ospiti importanti come Tyson e Maradona, ha invece sortito l'effetto di un grande film: lunghi applausi sentiti.

 

Le due parti del film testimoniano la vita di Guevara, dal primo incontro con il fratello minore di Fidel Castro, l'attuale presidente di Cuba, Raul, in un appartamento di Citta' del Messico nel '55, alla sua morte nella giungla boliviana nel '68.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La pellicola, girata in spagnolo, in concorso al Festival di Cannes, è frutto del lavoro di sette anni, fortemente voluta da Benicio Del Toro, anche in veste di produttore, insieme al regista e a Laura Bickford. Nelle sale arriverà in due parti, appunto, per facilitarne la visione al pubblico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -