Celentano spopola negli Usa con il suo rap "Prisencolinensinanciusol"

Celentano spopola negli Usa con il suo rap "Prisencolinensinanciusol"

Celentano spopola negli Usa con il suo rap "Prisencolinensinanciusol"

Adriano Celentano continua a mietere fans e consensi in tutto il mondo.  Un rap ante litteram per un mito senza tempo. ''Prisencolinensinanciusol'' spopola in Usa, a quasi 40 anni di distanza dalla sua uscita, con tutta la sua miscela esplosiva. A far riesplodere il mito del brano piu' geniale di Adriano Celentano e' il blog Boing Boing, frequentatissimo negli Usa: Cory Doctorow, scrittore e guru dei blogger statunitensi, parla della canzone uscita nel 1972 in toni entusiastici, la cita come esempio di quanti cantano l'inglese senza conoscerlo e come simbolo del fascino dello slang finto-anglofono.

 

Tempo poche ore e il pezzo del blogger viene letto da migliaia di giovani americani che ascoltano il brano e lo commentano: incantevole, attuale, originale, geniale, sono gli aggettivi usati. Scoppia la Celentano-mania, in Usa e a 40 anni di distanza dall'uscita del protorap. ''Celentano e' una leggenda'', scrive un utente che si firma Gjashley mentre altri lo citano come esempio dell'evoluzione odierna del rock, altri paragonano Celentano a U2, Dylan, Elvis, Rem e Radiohead, altri dicono che si tratta di un brano che ha il ''linguaggio internazionale del funk''. Una mania che continua a crescere di ora in ora incoronando Celentano re d'America.

 

Un successo che dimostra la straordinaria vitalita' di un artista che non conosce stagione e tempo. Celentano compose ''Prisencolinensinanciusol''anticipando di almeno dieci anni le prime produzioni made in Usa ed e' considerata a tutti gli effetti il primo rap della storia della musica. Con un testo nonsense, un solo accordo, il Mi bemolle, e i fiati che ripetevano insistentemente un martellante refrain di dieci note, il brano alla sua prima uscita nel dicembre 1972 suscito' grande scalpore, segnando una vera e propria rottura con la tradizione musicale italiana dell'epoca. "Ai ai smai senflecs/ eni go for doin peso ai/ in de col mein saivuan/ prisencolinensinainciusol ol rait/ lu nei si not sicodor/ ah es la bebi la dai big iour/ prisencolinensinainciu'sol", recita il testo di ''Prisencolinensinainciusol''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -