La7: Chiambretti se ne va, confermati Bignardi, Crozza e Lerner

La7: Chiambretti se ne va, confermati Bignardi, Crozza e Lerner

Piero Chiambretti dà l'addio a La7

Addio a Piero Chiambretti, confermati almeno per l'autunno Maurizio Crozza, Daria Bignardi e Gad Lerner. Sono le decisioni principali che il nuovo amministratore delegato di La7, Giovanni Stella, ha preso per "ridimensionare significativamente le perdite della rete, a vantaggio della redditività".

 

Un ridimensionamento che per forza doveva passare attraverso l'addio di qualche ‘star', anche se la conferma di Bignardi, Crozza e Lerner è dovuta al fatto che, come ha dichiarato lo stesso Stella, "l'azienda ha comunque dei contratti da rispettare, e non si può tagliare tutto e subito".

 

Chiambretti è il primo quindi a fare le valigie, ma c'è da dire che La7 gli aveva proposto un altro programma in prima serata, dopo la conclusione di "Markette". Proposta che Chiambretti ha preferito rifiutare. E le "Invasioni Barbariche" di Daria Bignardi? "Il primo margine di contribuzione, ossia la differenza tra costi e ricavi è negativo, come per la maggior parte dei programmi, ma stiamo cercando di ottimizzare, tenuto conto dei contratti, visto che non voglio altri contenziosi", ha detto Stella, riferendosi con quest'ultima frase a quello aperto con il criticatissimo comico Daniele Luttazzi.

 

"La Bignardi è essenziale per il profilo della rete, mentre per sostituire Giuliano Ferrara (il cui addio è dato per certo, ndr) stiamo pensando ad una soluzione adeguata e diversa. Tanti si sono candidati, ma non è facile prendere il posto di Ferrara, con cui ci siamo lasciati da vecchi amici". Così è intervenuto sulla questione Lello Tombolini, che ha poi confermato come La7 abbia comprato i diritti per la fase finale della coppa Uefa, che vedrà impegnata il Milan di Ronaldinho. Per il futuro si guarda a Corrado Guzzanti, Gene Gnocchi e Victoria Cabello, ex ‘iena' e ora conduttrice di un programma su Mtv.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le note positive arrivano comunque dagli ascolti, mai così alti come quest'anno: a giugno La7 ha registrato il record storico della rete per quanto riguarda lo share, arrivato a quota 3,3%. Un risultato che ha consentito a La7 di piazzarsi al terzo posto nella speciale classifica delle reti europee in maggior crescita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -