Springsteen ha mandato in delirio i 61mila di San Siro

Springsteen ha mandato in delirio i 61mila di San Siro

Springsteen ha mandato in delirio i 61mila di San Siro

A San Siro 61 mila fan in delirio per Bruce Springsteen. Un concerto coinvolgente e sorprendente aperto con "Summer time blues" di Eddie Cochran, un pilastro del rock. "Out in the street" e "Radio nowhere", da "Magic". Il pubblico chiedeva i pezzi e Bruce li eseguiva, raccogliendo biglietti dalla platea: solo per gli appassionati "None but the brave". Da lacrime agli occhi una versione di "The promise" con un assolo di pianoforte di Roy Bittan.

 

 

La E street band ha offerto uno spettacolo musicale unico. L'ordinanza del Sindaco prevedeva che la musica finisse alle 23.30, ma Springsteen, vero 'animale da palcoscenico', a mezzanotte era ancora attaccato al microfono con un bis da pelle d'oca: "Detroit medley", "Born to run", "Rosalita", "Bobby Jean", "Dancin' in the dark" e "American Land". Doveva finire così.

 

 

I 61 mila di San Siro, in preda all'entusiasmo, lo hanno rivoluto sul palco e Springsteen non ha deluso con "Twist and shout". La tappa milanese è la 12esima del tour europeo di Bruce Springsteen and the E Street Band, che si concluderà il 20 luglio al Camp Nou di Barcellona.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -