“Una cabina di regia al servizio dell’intero territorio”

“Una cabina di regia al servizio dell’intero territorio”

“Una cabina di regia al servizio dell’intero territorio”

La Camera di Commercio, si sa, è una istituzione complessa: deve promuovere un sano sviluppo, coniugare cooperazione e competizione, semplificazione e qualità, protagonismo dei singoli e capacità di visione sociale, localismo e globalizzazione, specificità economiche e coesione territoriale. Quale espressione diretta delle categorie economiche deve rappresentare un tavolo di mediazione e concertazione per la tutela degli interessi generali dell'economia e progettare iniziative per le imprese e le infrastrutture per lo sviluppo dell'economia della provincia.

 

Si tratta di un compito non facile perché deve coniugare capacità di iniziativa propositiva autonoma e, nello stesso tempo, collaborare con tutte le istituzioni. Deve anche, per quel che sarà possibile, stimolare le imprese ad innovarsi e guardare, sempre di più, alle nuove opportunità, piuttosto che alle criticità.

 

In questi frangenti difficili, per l'economia, pur in una realtà avanzata come la nostra, c'è un sentire diffuso che chiede una marcia in più, alle diverse istituzioni. In effetti oggi non si può più vivere di rendita. Occorre introdurre elementi di innovazione che riguardino le imprese, ma anche tutti gli altri soggetti: ad esempio le istituzioni elettive ma anche il mondo del credito. Ognuno deve fare la propria parte. Le imprese devono investire nella ricerca e nell'innovazione in senso lato per promuovere nuovi prodotti, rendendoli completi e competitivi.

 

Essendo la piccola dimensione delle imprese un ostacolo, occorre uno sforzo, anche culturale, per operare in modo nuovo tramite reti di imprese e filiere. Le istituzioni devono fare uno sforzo vero per semplificare la burocrazia, che rappresenta un serio freno allo sviluppo, e facilitare la nascita di nuove imprese, soprattutto nei settori innovativi. Le banche, dal canto loro, dovrebbero fare nuovi sforzi per valutare e premiare i progetti imprenditoriali qualitativi, in virtù di una ricaduta sullo sviluppo del territorio. Dal canto mio posso assicurare il massimo impegno per realizzare gli obiettivi che fisseremo nel programma di mandato 2008-2013. Con l'aiuto di tutti sono certo che potremo fare un buon lavoro, a tutela degli interessi diffusi.

  Tiziano Alessandrini

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presidente della Camera di commercio di Forlì-Cesena

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -