Rocco Siffredi torna sul set del porno

Rocco Siffredi torna sul set del porno

Rocco Siffredi torna sul set del porno

Rocco Siffredi torna sul set del porno. Lo ha annunciato lui stesso a "Sette" del "Corriere della Sera". Il porno attore ha ammesso che soffriva non poter recitar più scene di sesso, non riuscendo a sopportare la vita da pensionato. Siffredi ha provato a fare lo stilista, ha inciso un disco e persino tentato di disintossicarsi dalla voglia di avere tre o quattro rapporti al giorno come quando lavorava, dedicandosi alla moglie e alla famiglia. Ma alla fine ha ceduto.

 

"Ero frustrato - ha ammesso -. La pornografia, nella nostra società, è diventata fast food. Oggi non c'è alcuna formazione. I ragazzi hanno un'insicurezza totale, preferiscono assumere farmaci per andare sul sicuro. Non c'è più tempo né voglia di conoscere la donna", ha detto a "Sette".

"Finita la mia carriera da attore non era facile per uno che era abituato a 4-5 scene di sesso al giorno restare fedele alla propria moglie - ha evidenziato -. È stato un periodo bruttissimo. Come un matto uscivo di casa e mi caricavo in macchina la prima che capitava pur di sfogarmi, poi ho capito che non potevo andare avanti così e con l'amore di Rosa sono tornato a ritmi normali".

 

Per celebrare il ritorno, Siffredi darà il suo volto in un film, con quattro intense scene anali, girate tra l'Europa e Los Angeles, in cui nove fantastiche e affermate porno-star (tra cui Aurora Snow, Bobbi Star e Alexis Texas) festeggiano il ritorno di Rocco sul set.

 

Nella lunga intervista Siffredi ha ricordato anche l'amica e collega Moana Pozzi: "Spesso l'ho sentita mentire in tv - ha confessato -. Diceva che non avrebbe mai potuto fare a meno del porno e del sesso, ma non era vero. Moana aveva cominciato a soli 17 anni. Allora era irriconoscibile: un viso nulla di che, senza seno e col naso curvo. Poi l'incontro con Schicchi e la scelta di continuare su questa strada trasformandosi nella Moana che tutti conosciamo".


Fino alla scomparsa improvvisa nel 1994: "L'ho vista un mese prima che morisse. Ed era già morta. Stava mangiando sola al ristorante sulla via Cassia "Il fico d'India-La storta" dove noi pornoattori ci incontravamo. Aveva grandi occhiali da sole, il viso scavato e, a occhio, il suo corpo raggiungeva a malapena i 40 kg".

 

"Prima di andarsene mi sorrise e mi abbracciò dignitosamente, senza dire nulla - ha rilevato -. Il cancro al fegato la stava divorando. Surreale: solo sei mesi prima avevamo girato insieme un film erotico e non mostrava alcun segno della malattia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -