11 settembre, il Pentagono chiede la pena di morte per sei imputati

11 settembre, il Pentagono chiede la pena di morte per sei imputati

Il Pentagono ha annunciato ufficialmente che chiederà la pena di morta per i sei presunti terroristi detenuti a Guantanamo, ritenuti responsabili dell'attacco alle Torri Gemelle e al Pentagono dell'11 settembre 2001, che provocarono la morte di 2.973 persone. Lo hanno reso noto fonti militari. Le sei incriminazioni riguardano Khalid Sheikh Mohammed, ritenuto l'autore del piano di Al Qaeda che prese di mira New York e Washington e altri cinque detenuti di Guantanamo.

Mohammed è accusato di aver proposto al capo di Al Qaeda, Osama Bin Laden, l’attacco già nel 1996, e di essersi occupato della preparazione fino all’attuazione. Gli altri cinque incriminati sono Mohammed Al-Qahtani, lo yemenita Ramzi Binalshibh, membro della ribattezzata 'cellula di Amburgo, Ali Abd Al-Aziz Ali, nipote di Mohammed e ritenuto il braccio operativo del piano, Mustafa Ahmed al-Hawsawi, braccio destro di Al-Baluchi, e Walid Bin Attash, noto come Khallad, che avrebbe scelto e addestrato alcuni dei dirottatori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -