A Firenze l'ultimo congresso dei Ds: già si pensa al Pd

A Firenze l'ultimo congresso dei Ds: già si pensa al Pd

FIRENZE – Scatta oggi da Firenze l’ultimo congresso dei Democratici di sinistra, quello che dovrebbe sciogliere la Quercia e gettare le basi per la nascita del nuovo Partito democratico assieme alla Margherita.


Non ci saranno sorprese, poiché la rielezione del segretario Piero Fassino, uscito dai congressi territoriali con oltre il 75% dei consensi, verrà sicuramente confermato e con esso sarà approvata a maggioranza la mozione che prevede la nascita del Pd.


Non sarà neanche una sorpresa neppure l'abbandono del congresso, al termine della giornata di venerdì, dei delegati in quota alla seconda mozione guidata dal ministro dell’Università, Fabio Mussi. L’annuncio è stato dato da giorni dallo stesso Mussi, che domani interverrà per spiegare le ragioni del gesto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Meno certa è la scelta che decideranno di compiere i delegati della terza mozione, quella guidata dal senatore Gavino Angius, che si batte affinchè il progetto del Partito democratico riprenda con un altro approccio e sia maggiormente ispirato dalla volontà della ‘base’ degli elettori.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -