Afghanistan, Frattini: "il ritiro comincerà nella prossima estate"

Afghanistan, Frattini: "il ritiro comincerà nella prossima estate"

Afghanistan, Frattini: "il ritiro comincerà nella prossima estate"

Il ritiro delle truppe italiane dell'Afghanistan comincerà la prossima estate: a dirlo è il ministro degli Esteri, Franco Frattini, in una intervista pubblicata su Repubblica. Tuttavia il senso della presenza tricolore nel paese mediorientale è chiara: "I militari italiani che sono in Afghanistan sanno benissimo perché sono impegnati in quella missione - dice -. Dopodiché hanno tutto il diritto ad essere stanchi, raccontare che hanno la sabbia anche nelle orecchie".

 

Sul ruolo che l'Italia sta svolgendo in Afghanistan, Frattini risponde così al giornalista Vincenzo Nigro: "lavoriamo nel settore della giustizia: sta per partire un primo master di 10 mesi per giudici, procuratori, funzionari, avvocati, con le università di Perugia e Tor Vergata. Abbiamo scelto un format di 10 mesi, non poche settimane, per una formazione solida".

 

"Difendiamo poi il concetto secondo cui con la giustizia dobbiamo rafforzare anche i diritti delle donne - aggiunge Frattini nell'intervista -: il procuratore donna di Herat è sostenuto con forza dai funzionari e anche dai militari italiani. Sosteniamo il pool di magistrate donna che si occupano dei delitti contro le afgane". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -