Afghanistan, l'alpino Sanna ucciso da un infiltrano afghano

Afghanistan, l'alpino Sanna ucciso da un infiltrano afghano

Afghanistan, l'alpino Sanna ucciso da un infiltrano afghano

ROMA - Chi ha ucciso l'alpino Luca Sanna "era un infiltrato nell'Esercito afghano". Lo ha affermato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, nella sua informativa alla Camera sull'attacco al contingente italiano martedì in Afghanistan. "Al momento dell'episodio erano presenti nell'avamposto 8 militari afghani e 10 italiani", ha raccontato La Russa. L'infiltrato nell'esercito afghano, ha ancora raccontato il ministro era "in servizio da tre mesi".

 

"Da 45 giorni era di servizio nell'avamposto", ha aggiunto. L'alpino ferito, invece è fuori pericolo di vita anche se la prognosi rimane riservata. Il ministro ha chiarito che sarà trasferito con un volo statunitense all'ospedale di Ramstein in Germania per essere sottoposto ad un ulteriore intervento chirurgico anche con l'assistenza di nostro personale medico. La Russa ha anche confermato la volontà del premier Silvio Berlusconi a non lasciare l'Afghanistan.

 

"I militari italiani lasceranno l'Afghanistan solo quando lo faranno gli alleati della missione Isaf", ha detto il ministro. "Benché ci si interroghi, come ha detto il presidente Berlusconi, sulla missione in Afghanistan, non credo tocchi a noi in questo momento vanificare lo sforzo di chi è lì da tanto tempo", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -