Afghanistan, legalizzato lo stupro della moglie

Afghanistan, legalizzato lo stupro della moglie

Afghanistan, legalizzato lo stupro della moglie

In Afghanistan da martedì è legale lo stupro della moglie da parte del marito. La legge, firmata dal presidente afghano, Hamid Karzai, proibisce alle donne sposate di uscire di casa senza il permesso del coniuge. La riforma riguarda, però, solo gli sciiti, per lo più appartenenti all'etnia hazara.

 

La nuova legge stabilisce che le mogli devono assecondare i desideri sessuali dei loro mariti e prevede che un uomo possa aspettarsi di avere rapporti con la moglie "almeno una volta ogni quattro notti", salvo nelle circostanze nelle quelli la coniuge sia indisposta.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla questione è intervenuto anche il ministro degli Esteri Franco Frattini, sottolineando che Kabul "dovrà chiarire o smentire la nuova legge".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -