Afghanistan, lo sfogo di uno zio a La Russa: "Ministro, godetevi lo spettacolo"

Afghanistan, lo sfogo di uno zio a La Russa: "Ministro, godetevi lo spettacolo"

Afghanistan, lo sfogo di uno zio a La Russa: "Ministro, godetevi lo spettacolo"

"Ministro, godetevi lo spettacolo": è lo sfogo di uno dei parenti dei quattro alpini uccisi in Afghanistan in attentato rivendicato dai talebani. L'arrivo all'aeroporto di Roma Ciampino delle salme dei quattro giovani non ha risparmiato momenti di grande tensione, di rabbia e di sconforto. Così lo zio di una delle vittime, di fronte al ministro della Difesa Ignazio La Russa, ha lanciato quella frase. Alla quale l'esponente del Governo ha risposto con accondiscendenza.

 

"In queste occasioni i parenti hanno diritto a qualsiasi reazione emotiva - ha detto La Russa -, sia quella di quello zio che quelle affettuose dimostrate da altri parenti anche oggi". Lo stesso parente si era lasciato scappare altre frasi analoghe nella sala ‘vip' dell'aeroporto, dove le autorità civili, militari e religiose attendevano l'arrivo delle salme.

 

Erano presenti, tra gli altri, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il presidente del consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi, e i presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -