Afghanistan, urne aperte. Scontri a fuoco a Kabul

Afghanistan, urne aperte. Scontri a fuoco a Kabul

Afghanistan, urne aperte. Scontri a fuoco a Kabul

Urne aperte in Afghanistan per le elezioni del nuovo presidente che nel prossimo quinquennio guiderà il Paese e dei membri delle 34 assemblee provinciali. Malgrado il clima di terrore costruito nei giorni scorsi dai telebani, in tanti si sono messi in coda per votare. Gli aventi diritto ad esprimere la loro preferenza sono circa 17 milioni. Si è già recato alle urne il presidente uscente Hamid Karzai, dato per favorito insieme all'ex ministro degli Esteri, Abdullah Abdullah.

 

La vigilia delle elezioni è stata caratterizzata da una serie di attacchi. Quattro le vittime, tra cui anche un bambino, e numerosi feriti. Presi di mira i seggi di Kandahar e Kunduz. Scontri a fuoco si sono verificati a Kabul, dove i talebani hanno cercato di portare a termine un attacco suicida. Nei giorni scorsi i talebani hanno lanciato una campagna di boicottaggio del voto, minacciato la popolazione ("a chi vota taglieremo orecchie e dita che andranno a votare").

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -