Ahmadinejad: ''Via i soldati stranieri da Iraq e Afghanistan''

Ahmadinejad: ''Via i soldati stranieri da Iraq e Afghanistan''

Ahmadinejad: ''Via i soldati stranieri da Iraq e Afghanistan''

TEHERAN - "Taglieremo la mano di chiunque le stenderà per premere il grilletto contro l'Iran". E' la nuova provocazione del presidente Mahmoud Ahmadinejad, che punta il dito contro i soldati stranieri nella Regione. "I popoli della regione sono capaci di risolvere da soli i loro problemi e non accetteranno mai la presenza di stranieri, tornate ai vostri Paesi", ha affermato il leader iraniano. Per Ahmadinejad la presenza straniera ha moltiplicato gli attentati terroristici.

 

Ma non solo. "La produzione e il traffico di stupefacenti è raddoppiato, triplicato. Questo dimostra che siete sulla strada sbagliata", ha tuonato. "Nessuna Potenza, nessun altro Stato oserà mai lanciare un'aggressione contro l'Iran", ha aggiunto. "Oggi - ha chiosato - l'Iran è più esperto e potente che mai".

 

"Le nostre Forze Armate - ha sottolineato - sono pronte ad affrontare le forze dell'oscurità. Se qualcuno volesse sparare un proiettile contro di noi, da qualsiasi parte, gli mozzeremo le mani ancor prima che prema il grilletto. Nessuna Potenza al mondo è audace abbastanza da attaccare l'Iran".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -