Al Qaeda torna a farsi sentire: "Bin Laden sarebbe triste se ci fermassimo"

Al Qaeda torna a farsi sentire: "Bin Laden sarebbe triste se ci fermassimo"

Al Qaeda torna a farsi sentire: "Bin Laden sarebbe triste se ci fermassimo"

Osama Bin Laden è morto ma continua a far discutere di sé e ad animare la battaglia degli integralisti islamici. Il nuovo capo di Al Qaeda, la più importante organizzazione terroristica da cui tutto è cominciato,  Ayman al Zawahiri, ha fatto circolare in queste ore un video in cui rende omaggio alla figura dello sceicco del terrore.

 

Il medico egiziano, da sempre braccio destro di Bin Laden, racconta di aver "avuto l'onore di essere in compagnia di quell'uomo per lunghi periodi in viaggio e in altre circostanze", rivelando che lo conobbe in Pakistan a metà degli anni Ottanta quando entrambi sostenenevano la guerra contro le forze sovietiche in Afghanistan.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo sceicco Osama si sentirebbe molto triste se sentisse che i suoi fratelli sono stati sconfitti nel cammino della jihad o non hanno raggiunto il loro legittimo scopo - ha detto Zawahri incitando i militanti dell'organizzazione -. Quell'uomo era molto fedele ai suoi fratelli ed era solito ricordarne le virtù".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -