Alla Camera il nodo intercettazioni

Alla Camera il nodo intercettazioni

Alla Camera il nodo intercettazioni

La prossima settimana la Camera affronterà il nodo delle intercettazioni. Lo ha ufficializzato il vicecapogruppo alla Camera del Pdl, Maurizio Lupi. In base a un accordo unanime tra i gruppi parlamentari, mercoledì prossimo, a partire dalle 12.30, si voteranno in aula le pregiudiziali di costituzionalità sul ddl delle intercettazioni presentate dalle opposizioni. Un ddl, spiega Antonio Leone (PdL), " molto meno restrittivo di quello firmato da Mastella quando era Guardasigilli".

 

Leone ha ricordato che il ddl era stato "approvato senza riserve da Pd e da Idv". Per il vicepresidente della Camera, "il problema è mettere ordine nell'autentica barbarie a cui certe procure hanno dato vita, permettendo la diffusione di intercettazioni rivolte solo a screditare Berlusconi e a diffondere notizie sulla vita privata delle persone".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì è stato il giorno della manifestazione organizzata al Pantheon a Roma dal Comitato per la libertà e il diritto all'informazione la cultura e lo spettacolo, per dire no alla legge sulle intercettazioni. In migliaia sono scesi in piazza con cartelli e bandiere per sottolineare il no ad un provvedimento ritenuto incostituzionale, perchè in contrasto con l'articolo 21 sulla libertà di informazione. Alla protesta hanno aderito Articolo 21, Rete Viola, Libertiamo.it., ma anche i rappresentanti della neonata Unione delle giornaliste libere e autonome, denominata Giulia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -