Anatema dei vescovi al governo e alla politica: "Non si può galleggiare"

Anatema dei vescovi al governo e alla politica: "Non si può galleggiare"

Anatema dei vescovi al governo e alla politica: "Non si può galleggiare"

Anche i vescovi italiani spronano la politica a fare di più. La Cei, la Conferenza episcopale italiana, invia un messaggio chiaro, in primis al governo, ma più in generale alle forze politiche. "Non è più tempo di galleggiare", ha detto monsignor Angelo Bagnasco, presidente della Cei, aprendo ad Assisi la riunione straordinaria della conferenza. I vescovi si dicono "angustiati per l'Italia che scorgiamo come inceppata nei suoi meccanismi decisionali, mentre il Paese appare attonito e guarda disorientato".

 

"Non abbiamo peraltro suggerimenti tecnico-politici da offrire, salvo un invito sempre più accorato e pressante a cambiare registri - afferma Bagnasco nel suo appello -, a fare tutti uno scatto in avanti concreto e stabile verso soluzioni utili al Paese e il più possibile condivise. Non è più tempo di galleggiare".

 

Preoccupa gli alti prelati la perdita di fiducia della politica, perchè in questo modo la gente "fatalmente si ritira in se stessa, cade lo slancio partecipativo, tutto diventa pesante e contorto, ma soprattutto viene meno quella possibilità di articolata e dinamica compattezza che è assolutamente necessaria per affrontare insieme gli ostacoli e guardare al futuro del Paese".

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -