Ancora sangue in Siria, l'esercito irrompe a Deraa: 25 morti

Ancora sangue in Siria, l'esercito irrompe a Deraa: 25 morti

Ancora sangue in Siria, l'esercito irrompe a Deraa: 25 morti

DAMASCO - Ancora sangue in Siria, dove le vittime, da venerdì, sono state oltre 300. Almeno 25 persone sono state uccise lunedì a Daraa, nel sud del paese, durante le vaste operazioni militari condotte dall'esercito regolare di Damasco. Secondo diverse testimonianze, l'esercito sta colpendo il centro abitato con proiettili di mortaio. Intanto Damasco ha chiuso la frontiera con la Giordania e che il transito è vietato ai valichi di Deraa e Nassib.

 

Nei giorni scorsi il presidente siriano Bashar al-Assad aveva denunciato la Giordania di essere connivente rispetto ai manifestanti contro il governo siriano, sostenendo inoltre che molte delle persone impegnate a gestire la rivolta contro di lui provenivano proprio dalla Giordania. Nel frattempo l'amministrazione Obama sta valutando possibili sanzioni contro il regime del presidente Assad per "l'uso deplorevole" della violenza nella repressione delle manifestazioni antigovernative.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -