Antonveneta, due anni di reclusione all'ex ministro Brancher

Antonveneta, due anni di reclusione all'ex ministro Brancher

Antonveneta, due anni di reclusione all'ex ministro Brancher

MILANO - Due anni di reclusione e quattromila euro di multa. E' questa la condanna inflitta mercoledì all'ex ministro per la sussidiarietà e il decentramento Aldo Brancher dal giudice monocratico del tribunale di Milano Annamaria Gatto, che l'ha riconosciuto colpevole di due episodi di ricettazione e altri due episodi di appropriazione indebita, mentre l'ha assolto da altri due capi di imputazione. ' stata invece stralciata la posizione della moglie di Brancher, Luana Maniezzo.

 

Era accusata solo di appropriazione indebita in concorso con il marito. Per la sua posizione è stata disposta la trasmissione degli atti per competenza al tribunale di Lodi. Per l'accusa, rappresentata dal pm Eugenio Fusco, Brancher aveva ricevuto denaro in contanti dall'ex ad di Bpi Gianpiero Fiorani o da qualche suo collaboratore tra il 2001 e il 2005. Gli accertamenti hanno permesso di individuare un affidamento e una plusvalenza sicura di 420mila euro in due anni.

 

Brancher, che non era presente mercoledì mattina in aula, il 5 luglio aveva dato le dimissioni da ministro per la sussidiarietà e il decentramento, dopo molte polemiche a causa del tentativo di avvalersi del legittimo impedimento. Il processo si sta svolgendo in forma abbreviata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -